In treno

Partivo dopo il turno di notte! Sono un’infermiera e finalmente ero in vacanza! Avevo prenotato un biglietto di prima classe e una splendida camera con vista sul mare e accesso gratuito alla spiaggia privata…Amo il silenzio.

In valigia la maschera e le pinne per godere finalmente del silenzio. Il silenzio del mare.

Sul treno stavo finalmente per addormentarmi ma fui svegliata dal telefono del ragazzo che sedeva di fronte.

Gli feci un amaro sorriso. Lui non poteva sapere che non avevo dormito. Gli occhi si stavano per chiudere di nuovo, ancora quel telefono. Non percepì minimamente il mio fastidio. Feci un colpo di tosse e cercai di riaddormentarmi mentre guardavo il passaggio veloce delle case fuori dal finestrino. Mi risvegliò di nuovo quel telefono.

Presi un libro ma dopo poche righe crollai. Ancora quel telefono. Chiudevo gli occhi e quello squillava…chiudevo ancora gli occhi e … purtroppo il treno frenò di colpo e il ragazzo morì sbattendo più volte la testa contro il finestrino. Perché non volete credermi?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *